lostlost.jpg

Percorso di studio teorico/pratico teso a sviluppare da una parte la tecnica e la conoscenza dei linguaggi scenici e dall’altra l’espressione personale e la libertà creativa di ciascun allievo.

Il palcoscenico o un set cinematografico, sono un tramite per la trasmissione di un evento formato da piani stilistici e da emozioni. Accettare di attraversare una vera emozione e quindi comunicarla sarà un compito arduo per quanto terapeutico.

Ora lavoreremo su quello che abbiamo perso e non riusciamo a ritrovare. 

perché ci serve? cosa dobbiamo fare con quella cosa con quel pensiero con quella attitudine? 

cosa abbiamo scelto di perdere ma che ora consapevolmente ci serve per accomodare quello che avevamo deciso di distruggere prima. 

dl 27 febbraio a San Marino,

animal.jpg
def2-trust-firenze.jpg

Fabrizio Raggi, Attore, Regista, Direttore Artistico

Percorso di studio teorico/pratico teso a sviluppare da una parte la tecnica e la conoscenza dei linguaggi scenici e dall’altra l’espressione personale e la libertà creativa di ciascun allievo.

Il palcoscenico o un set cinematografico, sono un tramite per la trasmissione di un evento formato da piani stilistici e da emozioni. Accettare di attraversare una vera emozione e quindi comunicarla sarà un compito arduo per quanto terapeutico.

Ora lavoreremo su due fronti: il TRUST la FIDUCIA e SU L'ANIMALE.

La CLASSE di San Marino si chiama ANIMAL...

LAVORIAMO SUL NOSTRO ANIMALE INTERNO.

l’animale agisce d’istinto senza la parte razionale , vive di istinti primari così come noi animali a due zampe...A VOLTE . Capire cosa vuol dire allora interpretare e non recitare partendo proprio da un istinto primario, come pensa, come mangia, come agisce e come si difende l'animale! 
Per per ogni artista è fondamentale lavorare sulla vulnerabilità.
Recitare, cantare, creare non è fingere, ma vivere.
La vulnerabilità trova terreno fertile stimolando la fantasia, ma abbiamo consapevolezza da dove nasce la fantasia? Come la utilizziamo? Come la blocchiamo, quali resistenze imponiamo? Ma soprattutto quali sabotaggi utilizziamo?

LA CLASSE DI FIRENZE SDI CHAMA TRUST - FIDUCIA 

Quando siamo su di un palcoscenico o set la sensazione è quella di sentirci nudi, quindi siamo estremamente vulnerabili e purtroppo in chiusura. Il lavoro nella master parte proprio da questo punto, cioè cercare di aprire la vulnerabilità sulla scena e resistere a questa, rendendo così assolutamente vera una battuta e non semplicemente declamata o urlata; Vissuta.
Scopo: Rappresentare l’umana sofferenze e resistere all’umana sofferenza. ATTRAVERSARE COME FORMA D’ARTE E NON RENDERE LA PAROLA AUTOREFERENZIALE.

Quali armi abbiamo per concretizzare tutto questo? Per rendere credibile agli occhi degli spettatori un evento concreto?
Siamo disposti ad esporci assumendoci la responsabilità fino in fondo? Quanta possibilità diamo alla nostra arte di esprimersi?

Il primo sabotaggio che utilizziamo è quello di modificare il primo istinto, quello puro, l’istinto grezzo, dettato da un bisogno primario insoddisfatto, ma essendo appunto insoddisfatto, lo proponiamo superficialmente, cioè diamo la possibilità alla nostra arte di esporsi appena in punta, come la punta di un iceberg; Quasi mai diamo la possibilità a questo istinto di capire le sue origini e quindi di esprimerlo libero da ogni resistenza. Serve TRUST - la fiducia e serve capire quanto siamo disposti ad attraversare per renderci liberi artisti potenti! 

PER INFORMAZIONI SUL CORSO TRUST A FIRENZE CHIAMA IL  055 484210.

PER INFORMAZIONI SUL CORSO ANIMAL A SAN MARINO CHIAMA IL +39 333 310 8093.